PEC: mbac-as-lu[at]mailcert.beniculturali.it   E-Mail: as-lu[at]beniculturali.it   Tel: (+39) 0583 491465

Archivio di Stato di Lucca

"e_ASLu" cambia: nuove opportunità per "naviganti" e "pescatori"

Mostra - Lu.Be.C. 2009

Lu.Be.C. - Digital technology. Rassegna delle tecnologie ICT per i beni culturali e la promozione del territorio
Lucca, Real Collegio
22 - 23 ottobre 2009

Innovazione e tecnologia: le nuove frontiere del MiBAC (file pdf - 1.1 MB). Per Lucca vedi alle pp. 47-48 dell'opuscolo (= 48-49 del pdf).

In un sito d'Archivio entra sempre più un pubblico ormai non solo tradizionale, cioè fatto di storici professionisti o "in erba", studiosi accademici o generici, ma di tanti "naviganti" e "pescatori" ed anche "surfisti" come, con felice espressione, hanno definito coloro che preferiscono percorrere l'albero di ramo in ramo fino alle foglie, coloro che catturano la notizia senza cercarne il contesto e coloro che vanno sul web per curiosare "look for adventure, amusement, bargains". Da qui la richiesta e, conseguentemente, studi e progetti per incrementare più adeguati aggiornamenti e facilitazioni.

Sappiamo che se oggi si arriva alle novità del 2009, ciò può avvenire solo dopo l'avvio di SAVI e di "e_ASLu". Due progetti complementari: il primo pensato per "costruire" una Sala studio Virtuale, con cui nel 2006 si annunciavano i primi tangibili risultati per portare i documenti lucchesi oltre i confini geografici cui appartengono materialmente; il secondo, per introdurre "l'albero in rete" con cui, nel 2008 pur sottolineando il "carattere ancora transitorio verso un sito di qualità", se ne evidenziava l'innovazione portante "nel passaggio dall'affermare che l'archivio c'è (è in rete/esiste) a mostrare che l'archivio contiene cose per fare, per raggiungere obiettivi'. In questo 2009 si prosegue nella costruzione di un sito in grado di fornire al proprio pubblico adeguati "ami da pesca e bussole".

Una demo ad hoc sarà presentata nello stand del MiBAC allestito nei giorni di apertura del Lu.Be.C., ma soprattutto si darà accesso a nuove banche dati (sia a cataloghi della Biblioteca dell'Archivio, sia ad inventari di fondi archivistici), a nuovi link utili (sia a progetti sperimentali in corso, sia a siti pertinenti archivi locali) e finalmente si vedranno raggiunti i requisiti per un sito web di qualità in linea con standards nazionali ed internazionali … mentre si attende fiduciosi il 2010 per incrementare nuove digitalizzazioni di fonti documentarie e quanto verrà sollecitato dall'uso interattivo del nuovo pubblico in crescita.



Ultimo aggiornamento: 30/04/2021