PEC: mbac-as-lu[at]mailcert.beniculturali.it   E-Mail: as-lu[at]beniculturali.it   Tel: (+39) 0583 491465

Archivio di Stato di Lucca

Scuola Lucchese

Il consistente frutto del lavoro della scuola lucchese trovò concreto avvio con la redazione delll'Inventario del R. Archivio di Stato in Lucca in quattro volumi del Bongi, proseguì con i Regesti ed oggi, anche innestando su tale tradizione le più recenti esperienze dell'informatica applicata in campo archivistico, cerca di proseguirne il cammino.

Per approfondimenti sulla scuola lucchese si rinvia a:

Antonio Romiti, Le origini e l'impianto dell'Archivio di Stato in Lucca nel carteggio ufficiale fra Salvatore Bongi e Francesco Bonaini, in "Nuovi Annali della Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari", I, 1987, pp. 119-156.

Giorgio Tori, Ordinamento, inventariazione, regestazione: l'esperienza lucchese, in Marina Brogi (a cura di), Il lavoro negli Archivi. Giornata di studio. 9 dicembre 1988. Il Ciocco, Lucca 1989.

Marina Brogi, La "scuola lucchese" nella redazione degli inventari, in L'inventariazione archivistica. Aspetti, metodologie, problemi. Atti delseminario interregionale sull'inventariazione. Venezia, 15 febbraio 1992, [ a cura di A.N.A.I. Sez. Veneto], Venezia 1992.

Giorgio Tori, Le opere, in Salvatore Bongi. 1825-1899. La vitae le opere. Mostra documentaria. Lucca 18 dicembre 1999, Lucca 2000, pp. 167-239.

Marina Brogi, Il sistema di indici messi in uso dagli archivisti lucchesi, in "I soggetti e altri apparati di indicizzazione in archivistica: ipotesi di lavoro. Atti del seminario San Miniato 12 febbraio 1998, a cura di Monica Pierulivo e Roberto Cerri", Pisa, 2000.



Ultimo aggiornamento: 30/04/2021