PEC: mbac-as-lu[at]mailcert.beniculturali.it   E-Mail: as-lu[at]beniculturali.it   Tel: (+39) 0583 491465

Archivio di Stato di Lucca

ex Pubblici Macelli

Edificati fra il 1892 e il 1895 dal Comune di Lucca, i Pubblici Macelli assolsero al proprio compito sino a tutti anni ottanta del secolo XX. La destinazione a polo culturale, in accordo con il Comune di Lucca. fu decisa nel 1996, quando il complesso giaceva in profondo abbandono e degrado. L'immobile, detenuto in comodato gratuito dal 1999, fu acquistato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali il 14 maggio 2002.

Il progetto di recupero previde la destinazione di una parte rilevante del complesso a sede sussidiaria dell'Archivio di Stato. con la realizzazione di circa ventiquattro chilometri di scaffalatura per raccogliere le fonti documentarie post-unitarie ancora in gran parte giacenti presso gli uffici periferici di produzione.

Un ampio spazio espositivo, in corso di restauro da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, consentirà l'allestimento di mostre tematiche sulla Città e sul suo territorio (Mura. Chiese. piazze. strade ecc.) fruibili per parte dei turisti in visita alla Città e verrà completato da un auditorium per convegni e conferenze. Il recupero è stato finanziato dal Ministero mediante i proventi del giuoco del Lotto e sui capitoli ordinari di spesa.

Il recupero architettonico per riuso ed adattamento a sede d'archivio è stato oggetto di una tesi di laurea, di cui se ne fornisce uno stralcio (file PDF - 1,5Mb), e si ringrazia l'autrice dott.ssa Lidia Brecciaroli per gentile concessione.



Ultimo aggiornamento: 30/04/2021