PEC: mbac-as-lu[at]mailcert.beniculturali.it   E-Mail: as-lu[at]beniculturali.it   Tel: (+39) 0583 491465

Archivio di Stato di Lucca

Mostra di cimeli ed oggetti della prima guerra mondiale

Mostra

dal 30 novembre 2015 al 24 dicembre 2015

Su iniziativa del Comitato per il Centenario della Prima Guerra Mondiale, costituito presso la Prefettura di Lucca, presieduto dal Prefetto Giovanna Cagliostro, è stata allestita nei locali dell’Archivio di Stato di Lucca una esposizione di materiali risalenti agli anni della Grande Guerra.

La caratteristica della mostra risiede nel fatto che i reperti sono stati raccolti presso i cittadini della provincia i quali, con l’intermediazione dei Comuni, hanno acconsentito a prestare gli oggetti per il tempo necessario all’esposizione, che sarà inaugurata il 30 novembre 2015 alle ore 17.
Si tratta di materiali conservati all’interno delle famiglie, spesso come prezioso ricordo dei loro congiunti che parteciparono alle operazioni belliche. Il loro pregio, al di là del valore intrinseco, è quello di essere assolutamente inediti e mai prima d’oggi esposti al pubblico.
Numerosi sono i giornali, le riviste, le lettere e cartoline, come le fotografie, alcune delle quali assumono il valore di autentica testimonianza storica. Non mancano documenti ufficiali di provenienza militare e istituzionale come diplomi, passaporti, certificati di congedo, atti di vario tipo.
Interessante è anche l’oggettistica, in genere di proprietà privata, ma anche raccolta come ricordo sui campi di battaglia. Si possono vedere filo spinato, vecchie scatolette alimentari, catene, attrezzi vari legati alla vita quotidiana del fronte.
Ci sono inoltre piccoli oggetti realizzati, utilizzando i residuati di armi e munizioni, da soldati abili nell’arte del bulino e dell’incisione, come tagliacarte ricavati da schegge di granata e ingegnosi accendisigari costruiti intorno a bossoli. Un vera rarità sono le attrezzature in legno, che servivano per aggiogare i muli destinati al trasporto delle masserizie.
Insieme a medaglie, ritagli di giornali e di riviste dell’epoca esposti nelle bacheche, al muro sono appesi ingrandimenti di cartoline o di fotografie particolarmente significative, come ad esempio il primo alzabandiera col vessillo italiano nella città di Trento liberata.
La rilevanza della mostra è dovuta anche all’originalità della provenienza del materiale esposto, sino ad oggi rimasto chiuso nei cassetti o nelle soffitte.
La mostra, ad ingresso gratuito, sarà visitabile su richiesta.


Per informazioni e prenotazioni:
Archivio di Stato di Lucca, Palazzo Guidiccioni, Piazza Guidiccioni, 8 – Lucca
tel. 0583-491465



Ultimo aggiornamento: 30/04/2021