Home page » Chi siamo » Redazione

Redazione

Responsabili
Simone Sartini, Direttore dell’Archivio di Stato di Lucca

I testi, non espressamente firmati, sono a cura di:
Marina Brogi

Collaborazioni:
Sergio Nelli, revisione regesti del Diplomatico;
Andreina Cardiota, schede del fondo Documenti e mappe;
Margherita Azzari e Barbara Sodi, ricerca storica e schede (in prima stesura) del fondo Paduli di Sesto;
Beatrice Romiti, schede del fondo Acque e strade.

Realizzazione tecnica
Sito realizzato dal Consorzio FORMA
Progettazione e coordinamento: Umberto Parrini
Progettazione informatica: Gianfranco di Tota e Andrea Bernardo Ciddio
Progettazione grafica: Mirko Delcaldo

Aggiornamento a cura di:
Marina Brogi fino al 2012
nel 2013 Elisabetta Piccioni
dal 2014 Valentina Simonetti valentina.simonetti@beniculturali.it

Caratteristiche tecniche
Il sito è stato realizzato tramite il content manager system open source Typo3. Esso è stato progettato in conformità agli standard qualitativi del World Wide Web Consortium, utilizzando linguaggi quali l'XHTML con DTD strict e CSS. L'adozione di tali standard ha permesso di rispondere ai requisiti di accessibilità previsti dalle vigenti normative.

Storia del sito
Conserva memoria della mutevolezza nelle pagine web a partire dal primo sito ASLU elaborato, artigianalmente e con quell'entusiasmo e passione propri di un'opera prima, dal gruppo di lavoro allora costituito e attraversato da arrivi e partenze dei giovani in servizio civile, tra fine anni Novanta e anno 2000.

Il secondo sito, presentato il 5 settembre 2008, nasce mantenendo una linea di continuità almeno "formale" per non disorientare l'utente.
Pur nella sua semplice e transitoria rivisitazione del precedente, il sito mostra di funzionare come una sorta di super "mezzo di corredo" all'Archivio digitale in cui si traduce l'Archivio fisico collocato nelle ordinate file di scaffali pieni d'antiche carte.
Soprattutto con e_ASLU si manifesta tale raddoppiarsi dell'Archivio: non più solo "fisico", ma anche "digitale", accessibile in loco e in remoto.

Il terzo sito in ordine di tempo viene presentato al Lu.Be.C. 2009 e si libera dei limiti transitori dell'anno precedente col raggiungere i dovuti requisiti di accessibilità, mantiene invece e_ASLU: l'albero in rete con cui da l'archivio c'è (ovvero è in rete, esiste), si era ottenuto il passaggio all'archivio per (ovvero, luogo dove si hanno cose per fare). È questo archivio orientato verso obiettivi che puntano alla centralità dell'UTENTE, senza minimamente trascurare il proprio patrimonio di DATI, che guarda oggi ad un futuro di condivise scelte.

Ottica comune a ciascuno di tali siti nel web e progetti nel virtuale resta quella di riuscire a:
- condividere, integrare e diffondere in rete le risorse archivistiche utilizzando in sinergia le reciproche risorse economiche e umane
- superare il "peccato" di autoreferenzialità che perlopiù macchia i più datati progetti
- favorire le condizioni di partecipazione e scambio
- costruire una visione integrata e globale di tutti gli archivi che convergono e cooperano attraverso un accesso unificato
- diffondere oltre gli addetti ai lavori il prezioso patrimonio culturale che è di tutti e, perciò, a tutti deve essere dato modo di gustarne la piena fruibilità.