PEC: mbac-as-lu[at]mailcert.beniculturali.it   E-Mail: as-lu[at]beniculturali.it   Tel: (+39) 0583 491465

Archivio di Stato di Lucca

Redazione

Responsabile

Simone Sartini, Direttore dell’Archivio di Stato di Lucca

Team di Redazione

Silvia Giannini e Valentina Simonetti                                                                                                                                           

  • Collaboratori: tutto il personale dell'Archivio di Stato di Lucca, salvo diversa indicazione
  • I testi redatti fino al 2012 sono a cura di Marina Brogi

Caratteristiche tecniche

Il sito è stato realizzato tramite il CMS (Content Management System) open source TYPO3 8LTS. E' stato inoltre progettato secondo gli standard HTML5/CSS del W3C  per garantirne la piena compatibilità con i differenti browser. Può essere consultato tramite computer desktop, smartphone e tablet grazie all’utilizzo di template responsive realizzati con il CSS framework Skeleton.

Realizzazione tecnica

Il sito utilizza un modello messo a disposizione dall'Istituto Centrale per gli Archivi - ICAR e realizzato da Catbird s.r.l.

Copyright
I testi, le fotografie, la grafica, i materiali audiovisivi e il software presenti su questo sito sono protetti ai sensi delle normative vigenti sul diritto d'autore, sui brevetti e sulla proprietà intellettuale.
I marchi e le denominazioni di enti, organismi e ditte menzionati nel sito appartengono ai rispettivi proprietari o titolari e possono essere protetti da brevetti e/o copyright concessi o registrati dalle autorità preposte. (L'Archivio di Stato di Lucca non è a conoscenza di terzi titolari di diritti pubblicati in questo sito e rimane a disposizione degli eventuali aventi diritto per tutte le fonti iconografiche dubbie o non identificate)

Utilizzo del sito 
I testi presenti sul sito sono liberamente utilizzabili per fini culturali e comunque non di lucro, a patto di citare chiaramente la fonte di provenienza, gli eventuali autori del testo, quando indicati, le date di redazione ed aggiornamento e l'url relativa.
Ogni oggetto presente sul sito per lo scaricamento (download) come ad esempio documentazione tecnica, modulistica ecc., salvo diversa indicazione, è liberamente e gratuitamente disponibile a condizione che non venga utilizzato per trarne profitto o per il raggiungimento di fini illeciti.
In nessun caso l'Archivio di Stato di Lucca potrà essere ritenuto responsabile dei danni di qualsiasi natura causati direttamente o indirettamente dall'accesso al sito, dall'incapacità o impossibilità di accedervi, dall'utilizzo degli strumenti interattivi, dall'utilizzo delle notizie in esso contenute.  

 

Siti precedenti

Il primo sito ASLU fu elaborato artigianalmente tra la fine degli anni novanta e il duemila dal gruppo di lavoro allora costituito, del quale facevano parte anche giovani in servizio civile.

Il secondo sito, presentato il 5 settembre 2008, nasce mantenendo una linea di continuità almeno "formale" per non disorientare l'utente.
Pur nella sua semplice e transitoria rivisitazione del precedente, il sito mostra di funzionare come una sorta di super "mezzo di corredo" all'Archivio digitale in cui si traduce l'Archivio fisico collocato nelle ordinate file di scaffali pieni d'antiche carte.
Soprattutto con e_ASLU si manifesta tale raddoppiarsi dell'Archivio: non più solo "fisico", ma anche "digitale", accessibile in loco e in remoto.

Il terzo sito in ordine di tempo viene presentato al Lu.Be.C. 2009 e si libera dei limiti transitori dell'anno precedente, raggiungendo i dovuti requisiti di accessibilità. Mantiene e_ASLU, l'albero in rete con cui da "l'archivio c'è" (ovvero è in rete, esiste), si era ottenuto il passaggio a "l'archivio per" (ovvero, luogo dove si hanno cose per fare). Questo archivio è orientato verso obiettivi che puntano alla centralità dell'UTENTE, senza minimamente trascurare il proprio patrimonio di DATI. Alla redazione hanno collaborato Sergio Nelli, per la revisione dei regesti del Diplomatico, Andreina Cardiota, per la redazione delle schede del fondo Documenti e mappe, Margherita Azzari e Barbara Sodi, per la ricerca storica e schede (in prima stesura) del fondo Paduli di Sesto, Beatrice Romiti per le schede del fondo Acque e strade. Il sito è stato realizzato dal Consorzio FORMA (Progettazione e coordinamento: Umberto Parrini; Progettazione informatica: Gianfranco di Tota e Andrea Bernardo Ciddio; Progettazione grafica: Mirko Delcaldo).

Ottica comune a ciascuno di tali siti nel web e progetti nel virtuale resta quella di riuscire a:
- condividere, integrare e diffondere in rete le risorse archivistiche utilizzando in sinergia le reciproche risorse economiche e umane
- superare il "peccato" di autoreferenzialità che perlopiù macchia i più datati progetti
- favorire le condizioni di partecipazione e scambio
- costruire una visione integrata e globale di tutti gli archivi che convergono e cooperano attraverso un accesso unificato
- diffondere oltre gli addetti ai lavori il prezioso patrimonio culturale che è di tutti e, perciò, a tutti deve essere dato modo di gustarne la piena fruibilità.

Responsabili

  • Marina Brogi (2006 - 2012)
  • Elisabetta Piccioni (2012 - 2014)
  • Fiorenza Gemini (2014)
  • Laurina Busti (2015)
  • Daniele Pesciatini (2017)
  • Simone Sartini (2017 - 2018)


Ultimo aggiornamento: 24/09/2019